Il miliardario della tecnologia, Tim Draper, ha rivelato di possedere una miriade di altcoin oltre alle sue 30.000 BTC.

L’importante venture capitalist e miliardario tecnologico

Tim Draper, l’importante venture capitalist e miliardario tecnologico che ha acquistato quasi 30.000 Bitcoin Trader che sono stati sequestrati dalla Via della Seta, ha rivelato che le sue partecipazioni in valuta digitale si estendono su almeno una mezza dozzina di diversi beni crittografici.

Parlando a una recente conferenza sugli investimenti, Draper ha rivelato che le sue partecipazioni includono Bitcoin Cash (BCH), Ripple (XRP), Tezos (XTZ) e Aragon (ANT), aggiungendo:

„Sono un credente. Penso che stia accadendo – [l’adozione] sta arrivando. È così importante per il mondo, e voglio che il mondo lo sappia, e voglio che altre persone nel mondo salgano a bordo“.

I commenti di Draper arrivano solo tre settimane dopo che il suo account Twitter è apparso oggetto di un hacker per promuovere BCH. Il tweet sospettoso annunciava che il VC aveva acquistato BCH, ringraziando un account falso che impersonava Roger Ver per aver fornito „questa innovazione“.

Ma il fatto che in realtà sia in possesso di Bitcoin Cash getta una nuova luce sull’incidente.

Draper è stato un attivo investitore di criptovalute per sette anni, avendo fatto investimenti multimilionari in diverse startup e progetti in crescita, tra cui le principali monete di scambio criptate degli Stati Uniti. Nel 2019, ha annunciato di aver abbandonato completamente le azioni pubbliche a favore della crittovaluta.

Draper è noto da tempo per occuparsi di altcoins, avendo confermato nel 2017 che il suo fondo ha partecipato all’ICO di Tezos dopo che è stata intentata una causa collettiva contro il progetto.

Su un forum di Quora nell’ottobre 2019, il miliardario ha detto che secondo lui il processore di pagamenti DLT Ripple stava facendo tutte le cose giuste, ed è impostato per una „crescita esplosiva“, portando a prezzi molto più alti, aggiungendo:

„Guardando alla crescita triplice di Bitcoin negli ultimi 5 mesi, ci si aspetterebbe un risultato simile da XRP“.

Il che dimostra solo che anche i miliardari non sono molto bravi a prevedere i prezzi

All’inizio di quest’anno, ha rivelato che il progetto Aragon, basato sull’Ethereum (ETH), ha ricevuto da lui un investimento di 1 milione di dollari in cambio di 1 milione di gettoni ANT, dandogli di fatto il 2,52% della fornitura totale del gettone.

I suoi investimenti in Altcoin sembrano essere ancora nani per le sue partecipazioni in BTC. Nel 2014 ha acquistato 30.000 BTC al prezzo di 632 dollari a moneta. Questo investimento iniziale di BTC è aumentato di oltre il 1.500% al valore approssimativo di 315 milioni di dollari.

È inoltre improbabile che Draper venda a breve, poiché all’inizio di quest’anno ha riconfermato la sua previsione per il 2018 che la moneta supererà i 250.000 dollari nei prossimi due anni. Se ciò dovesse accadere, le sue partecipazioni in BTC avrebbero un valore di 7,5 miliardi di dollari.